Aprile in poesia

aprile poeti

Po Chu-I

marzo poeti

La tinta dell’acqua al crepuscolo è ancora bianca.
Le braci del tramonto nell’ombra si smorzano.
Il loto scosso dal vento è un ventaglio spezzato:
l’onda lunare che avanza, un filo di gemme.
Trillando i grilli si chiamano e si rispondono,
le anitre mandarine dormono a coppie.
Lo schiavetto annuncia ripetutamente che è notte
ma i passi esitano sulla via del ritorno.

Po Chu-I

John Keats

aprile poeti

Al sonno

Tu che imbalsami la quiete della notte,
chiudendo con le tue dita premurose e buone
i nostri occhi lieti del buio, e li proteggi dalla luce,
avvolti all’ombra del divino oblio:
o dolce sonno, chiudi, se ti aggrada,
mentre ti canto, i miei occhi vogliosi,
o attendi l’amen prima che il papavero
diffonda le sue grazie sul mio letto.

John Keats

Omar Kayyam

aprile poeti

In ogni campo dove fioriscono i tulipani
il loro rosso colore viene dal sangue di un re;
e ogni petalo di viola che spunta dalla terra
fu un tempo neo vezzoso sulla guancia di bella fanciulla.

Omar Kayyam

Vivian Lamarque

aprile poeti

Oh essere noi la luna di qualcuno!
Noi che guardiamo, essere guardate.
Luccicare. Sembrare
da lontano
la candida luna
che non siamo.

Vivian Lamarque

Giovanni Pascoli

aprile poeti

Splende al plenilunio l’orto; il melo
trema appena d’un tremolio d’argento.
Nei lontani monti color cielo
sibila il vento.

Giovanni Pascoli

Tiziano Terzani

Ascolta la natura 

aprile e poesia

Guarda la natura da questo prato,
guardala bene e ascoltala.

Là, il cuculo;
negli alberi tanti uccellini
– chi sa chi sono? –
coi loro gridi e il loro pigolio,
i grilli nell’erba,
il vento che passa tra le foglie.

Un grande concerto che vive di vita sua,
completamente indifferente,
distaccato da quel che mi succede,
dalla morte che aspetto.

Le formicole continuano a camminare,
gli uccelli cantano al loro Dio,
il vento soffia.

Tiziano Terzani

Marzo in poesia

marzo in poesia

Carlo Di Legge

marzo in poesia

Esco stasera,
è notte come di primavera.
Una luna piena principessa
regala argento alla valle dei limoni.
Nello spirito
un sentimento pieno come la luna
dipinge splendidi colori
fino ai luoghi più segreti.
Sei come la luna, tu che mi conforti:
lei sta in alto, tu ovunque.

Carlo Di Legge

P. B. Shelley

marzo poeti

Anemoni e violette,
colorati, ma ancora senza profumo,
coronano il pallido anno, debole e nuovo.

P. B. Shelley

U. Saba

marzo poeti

Di marzo per la via della fontana
la siepe si è svegliata tutta bianca,
ma non è neve, quella:
è il biancospino
tremulo ai primi soffi del mattino.

U. Saba

Meng Hao-Jan

marzo poeti

Me ne resto a dormire, ed ignoro
l’alba primaverile:
mentre per ogni dove,
si odono gli uccelli.
Dalla notte,
echi di venti e scrosci.
Ma chissà, dopotutto, quanti fiori
divelti sono già sparsi al suolo!

Meng Hao-Jan

Po Chu-I

marzo poeti

La tinta dell’acqua al crepuscolo è ancora bianca.
Le braci del tramonto nell’ombra si smorzano.
Il loto scosso dal vento è un ventaglio spezzato:
l’onda lunare che avanza, un filo di gemme.
Trillando i grilli si chiamano e si rispondono,
le anitre mandarine dormono a coppie.
Lo schiavetto annuncia ripetutamente che è notte
ma i passi esitano sulla via del ritorno.

Po Chu-I

Febbraio in poesia

W. Goethe

febbraio poeti

Conosci tu la terra dove fioriscono i limoni,
le arance d’oro splendono tra le foglie scure,
dal cielo azzurro spira un mite vento,
quieto sta il mirto e l’alloro è eccelso,
la conosci tu forse?

W. Goethe

Nakamura Kusatao

febbraio poeti

Mare d’inverno
Galleggiano i gabbiani
Fiori caduti.

Nakamura Kusatao

Antonietta Dell’Arte

febbraio poeti

Febbraio non ha parole
ascolta i canti delle radici
accoglie pioggia e vento
sogna sogni indicibili
nell’oscurità vibra la terra
nella grandezza del silenzio
per noi che attendiamo nel buoio
è breve febbraio
come la farfalla crea
e dopo un giorno muore
noi piccoli steli
nella nostra rivoluzione
prepariamo la valigia
per illuminare
con il nostro amore
i giardini dei cuori sconfitti
con i capelli di luna
andiamo a rinnovare
una giovane alba dimenticata
prima dell’ultimo tramonto
fioriremo
ma non dite al poeta
parole rapinate dal vuoto
che scivolano sul fiume
e si perdono nel mare
il poeta ha bisogno di silenzi
per ascoltare la voce del mondo
a farne musica fiorita d’amore
noi intanto prepariamo la valigia
fioriremo.

Antonietta Dell’Arte

S. T. Coleridge

febbraio poeti

Perciò ogni stagione sarà dolce per te,
sia che l’estate rivesta tutta la terra
di verde o che il pettirosso si posi e canti
tra i fiocchi di neve sul ramo spoglio
del melo molle di muschio, mentre il vicino tetto di paglia
per il disgelo fumiga al sole: sia che sgrondino gocciole
udite soltanto nella tregua della bufera,
o che il segreto ministero del gelo
le sospenda in silenti ghiaccioli
quieti scintillando alla quieta luna.

S. T. Coleridge

Carlo Di Legge

febbraio poeti

Esco stasera,
è notte come di primavera.
Una luna piena principessa
regala argento alla valle dei limoni.
Nello spirito
un sentimento pieno come la luna
dipinge splendidi colori
fino ai luoghi più segreti.
Sei come la luna, tu che mi conforti:
lei sta in alto, tu ovunque.

Carlo Di Legge